Ho sognato un nuovo “umanesimo d’impresa” e l’ho chiamato JUST LIKE ME®

Just like me experiential training program, formazione basata sulla mindfulness di Marzia del prete

“Le persone competenti sul piano emozionale – quelle che sanno controllare i propri sentimenti, leggere quelli degli altri e trattarli efficacemente – si trovano avvantaggiate in tutti i campi della vita, sia nelle relazioni intime che nel cogliere le regole implicite che portano al successo”- Daniel Goleman

Questo incipit di Daniel Goleman mi consente di introdurre il lavoro che svolgo durante i Just Like Me® Experiential training.

Ad una platea variegata di professionalità alcune operanti nel top management di grandi aziende e multinazionali evidenzio sempre l’importanza della connessione con se stessi e con la propria componente emotiva per potenziare la leadership. Sembra un concetto semplice e di facile applicazione, eppure nel concreto lavorare con le proprie emozioni è difficilissimo e può spaventare al punto da innescare meccanismi di rimozione o di negazione delle emozioni stesse. Piuttosto che osservare un’emozione è molto più facile negarla a se stessi o agli altri o rimuoverla, senza però rimuovere il grilletto che l’ha innescata. Ecco perché è molto difficile prendersi del tempo per guardarsi dentro, perché si potrebbero osservare mondi sconosciuti e la nostra mente teme l’ignoto. Eppure non riesco ad immaginare un altro modo per potenziare la leadership se non questo. La competenza emotiva è l’unico volano in grado di veicolare la leadership in ambito personale, professionale e organizzativo ed i Just Like Me® Experiential Training lavorano proprio su questa.

In una ricerca di UCLA (Stati Uniti) si stabilisce che soltanto il 7% della Leadership è attribuibile all’intelletto (QI), ed il restante 93% deriva dall’intelligenza emotiva (EI).

Grazie al Just Like Me® sto vedendo nascere nascere un nuovo modo di concepire l’impresa. Osservo diversi dirigenti mettersi in gioco per portare all’interno delle loro aziende un nuovo modello di leadership votato all’efficacia e al rispetto.

Come si fa ad essere amati ed efficaci al tempo stesso?

Tutto parte dalla focalizzazione e dal livello di attenzione verso se stessi, verso gli altri e verso l’ambiente esterno. Si comincia da una consapevolezza personale in grado di spiazziare la distrazione, di gestire stress ed emozioni (in particolare negative), di maturare empatia nei confronti degli altri e motivazione nel raggiungere gli obiettivi. E’ facile intuire che tutto ciò porta ad una consapevolezza professionale e da questa si arriva ad una consapevolezza di tipo organizzativo.

Consapevolezza organizzativa che si esprime attraverso un’ottimizzazione del lavoro di squadra e dei processi aziendali, incrementando la produttività e massimizzando il valore offerto.

Elemento non meno importante è che consapevolezza personale e consapevolezza organizzativa hanno un livello di massima correlazione, funzionale all’innovazione. Innovazione non è altro che la capacità di immaginare nuovi scenari, nuovi prodotti, nuovi mercati, nuovi modelli di business partendo dalle risorse esistenti. Ecco perché l’immaginazione è a mio avviso fra gli stili di leadership quello più importante. Dedico un modulo all’immaginazione durante il Just Like Me® perché se i leader e la popolazione aziendale ritornassero ad immaginare le aziende sarebbero in grado di innovare senza far ricorso a mezzi finanziari importanti.

Chi esce dal training dunque lo fa mettendo i semi per apportare un miglioramento sostanziale alla sua vita personale, professionale e nell’azienda in cui opera. Perché non c’è rivoluzione più importante di quella che possiamo fare guardandoci dentro.


di Marzia Del Prete

© Copyright Abigail srl, è severamente vietata la riproduzione totale o parziale dell’articolo senza citare l’autrice

ARTICOLI RECENTI

L'Azienda Emotiva

Ho sognato un nuovo “umanesimo d’impresa” e l’ho chiamato JUST LIKE ME®

La mappa mentale per coltivare la felicità

Just Like Me®: quando la leadership è consapevole